Conero - guida escursionistica

UM005

Keine

Burattini F.

Media Books
Guida escursionistica al Parco del Conero.

Produkte Galerie

Beschreibung

L’impianto originario della Guida del Monte Conero (1985) e della Guida al Parco del Conero (1992) edite dai Fratelli Aniballi, si rinnova con questa pubblicazione, più approfondita, chiamata semplicemente Conero, i sentieri del lavoro. Tutto ruota intorno al sano escursionismo senza dimenticare che all’origine di tali tracce, incise in modo pressoché indelebile su tutti i versanti del Monte, c’è il lavoro, iniziato più di centomila anni fa. Dal Paleolitico Inferiore al Neolitico, dai primi romitaggi del Mille al Medioevo, l’uomo, sulla base del profilo geomorfologico, anche di quello più aspro, ha inciso i suoi geniali e longevi stradelli (i sentieri). Così hanno continuato a fare i cavatori di pietra nel Novecento non solo sfruttando antichi passaggi, ma creandone pure di nuovi che oggi risultano i più arditi e spettacolari del Conero e che rappresentano preziose testimonianze di archeologia industriale. Vengono riproposti con ostinazione alcuni percorsi verticali un po’ trascurati ma sempre validi ed emozionanti. Ma si parla anche della rete di cunicoli, uno degli enigmi più affascinanti e sconcertanti che caratterizzano la ricerca protostorica nell’area del Conero. Le esplorazioni e la documentazione fotografica, curata dal Gruppo di Ricerca Storica del Conero con sede in Camerano, nonché la suggestiva quanto realistica interpretazione di Alberto Recanatini trovano qui ampio spazio ed ambiscono a diventare bagaglio culturale diffuso nei paesi del Parco e non solo. Ai capitoli introduttivi su geologia, flora, fauna, storia, arte e toponomastica, seguono informazioni dettagliate sui centri abitati del Parco, sulla cucina e sul vino Rosso Conero, sugli avvenimenti di rilievo conosciuti e documentati. Tra di essi spiccano l’opera di rimboschimento (1913-1939), la grande mina del Monte Conero (1933), il naufragio del cargo Potho (1962), il felice ritrovamento di Pepita (1981), i percorsi del cinema (1942-2015) e i popolari canti della Pasquella (2011), versione moderna ma rispettosa di quella fornita dal canterino Tarcisio Falcioni del Poggio (1961). Il volume continua con il bioregionalismo e l’arte ambientalista di Fabio Ridolfi (il Selvaggio), uno dei migliori figli della nostra terra, e si chiude coi segreti del Conero ai tempi della guerra fredda in un breve ma interessante scritto di Sergio Sparapani. Una ricca, completa ed originale documentazione fotografica aprirà le porte segrete del Monte a tutti coloro che sono desiderosi di andare oltre le apparenze. Luigi Borsini infine ci propone un inserto fotografico d'epoca (1960) con tante originali istantanee di vita lavorativa nella cava sottomonte della ditta Cesare Davanzali.


Einzelheiten

Staaten Italien
Verfasser Burattini F.
Herausgeber Nein
Serie Nein
Enthaltene sprachen Italienisch
Jahr 2016
Format 17x23
Seiten 336
Foto col

Gewicht

0.8 (Kg)

Schlagworte

Separate tags with spaces. Wrap multi-word tags in single quotes. Example: 'New York' Manhattan

Schreiben Sie eine Rezension

Nur registrierte Kunden können Bewertungen abgeben. Bitte einloggen oder registrieren

Kundenmeinungen

Dieses Produkt wurde nicht bewertet. Sie könnten die erste Rezension zu schreiben.